#inCampania #Sapori #Turismo

Senso di comunità, collaborazione tra piccoli imprenditori e tanta, tanta fiducia nel commercio di vicinato.
Sembra essere stato questo il mix giusto che ha spinto Domenico e Daniele Grimaldi, commercianti nel mondo della somministrazione a chiamare a raccolta più di venti commercianti di Santa Maria Capua Vetere e farli partecipare all'iniziativa "Un Altro Futuro è Possibile" ovvero un appello a tutti i sammaritani a preferire il commercio della propria città, gli artigiani e i piccoli imprenditori, anziché fare acquisti online o nei grandi centri commerciali.
Love Matese
Parco del Matese, Campania
Italia
Foto di Claudia Orsino
Fuoriprogramma’, l’anteprima della tredicesima edizione del PAESTUM WINE FEST 2024 che apre il più grande salone del vino del Centro e del Sud d’Italia. Appuntamento da non perdere per i professionisti e gli operatori di settore, previsto per lunedì 27 novembre (dalle ore 10 alle ore 19) nella suggestiva residenza storica Eliceto Resort Eliceto Resort & SPA a Buccino (Salerno). Evento che si presenta con un claim chiaro “Un evento esclusivo, un solo giorno, una location d’eccezione

Con ‘Fuoriprogramma’ si avvierà, ufficialmente e per la prima volta, il conto alla rovescia del Festival del Business, in programma dal 23 al 25 marzo nella riconfermata location NEXT – Nuova Esposizione EX Tabacchificio a Capaccio Paestum (Salerno). La rassegna, anche quest’anno, si ripropone agli operatori di settore, alla stampa e al grande pubblico appassionato delle alte produzioni vitivinicole, con l’obiettivo di mettere a confronto professionisti e non, sui modelli strategici di promozione e marketing e sui più recenti sistemi di accoglienza delle strutture ricettive del mondo del vino.
EVENTO SU INVITO

Dal 30 settembre al 2 ottobre torna il tradizionale appuntamento con la Sagra dell’Uva a Priora, sui colli di Sorrento, patrocinato e sostenuto dal Comune di Sorrento, che si tiene in occasione dell’edizione 2023 della Festa della Madonna del Rosario. Tutti i giorni, a partire dalle ore 19, sarà possibile visitare l’esposizione con gli antichi attrezzi agricoli, per rievocare la tradizione della vendemmia e recarsi agli stand gastronomici per gustare panini e vini. Numerosi anche i momenti di spettacolo, religiosi e di intrattenimento. 

  • Sabato 30 settembre, alle ore 20, dopo l’esibizione itinerante degli artisti di strada, alle 20.30 sarà la volta del concerto “Scialacore”, con i bambini dei Laboratori Linguaggi Creativi, organizzati da Cat e Aurora Sorrentina.
  • Domenica 1 ottobre, alle ore 15.30, la processione con la statua della Madonna del Rosario, alle 20.30 la musica dei Spillenzia. 
  • La serata conclusiva vedrà protagonisti alle ore 20 la Peppe Merolla Band e alle 21 il cabaret di Mino Abbacuccio, direttamente da Made in Sud.

Proseguono senza sosta gli eventi al Polo Fieristico A1 Expò di Caserta Sud. Dopo i recentissimi successi di Fiera del Vintage e Truck in Sud, scocca l'ora di Bufala Village.

Giunta alla quinta edizione, la manifestazione mantiene intatto l'obiettivo di valorizzazione e tutela della filiera bufalina che passa attraverso un territorio, quello casertano, che è rappresentato in maniera superlativa dagli operatori del settore, veri e propri maestri della produzione dell’oro bianco.

Sono circa 30 gli stand enogastronomici presenti nel villaggio e che proporranno ai visitatori tutti prodotti a base di bufala, dalla mozzarella, regina indiscussa della manifestazione alla burrata, stracciatella, ricotta, treccia di mozzarella, mozzarella affumicata, formaggi vari, pizza, panini, fritti, primi piatti, secondi, contorni e dolci. Tutta la parte showcooking sarà inoltre guidata, per l'occasione, da Renato Rocco, direttore responsabile della Buona Tavola Magazine. Previsto omaggio del menu completo per i colleghi che interverranno all'evento nell'arco dei tre giorni.

Si parte venerdì 15 settembre alle ore 16.00, con apertura riservata solo agli iscritti del corso di formazione per mungitori organizzato da RIS Bufala in collaborazione con IRFOM. Il corso di formazione sarà ripetuto con la stessa formula e allo stesso orario anche sabato 16 settembre.

L'apertura al pubblico per le giornate di venerdì e sabato è prevista alle ore 18:00, mentre domenica 17 settembre, il Villaggio sarà operativo dalle 10 fino a mezzanotte.

La cerimonia di apertura è prevista per le ore 19:00 in presenza delle istituzioni in rappresentanza degli enti patrocinanti. Il primo show cooking della V edizione di Bufala Village sarà affidato alla stella Michelin Gianluca D’Agostino, executive chef del Veritas a Napoli.

Per il secondo momento culinario, saranno protagonisti i fornelli del food influencer Giovanni Mele, meglio noto come Jova Ebbasta.

Grande attesa per l’esibizione de “La Maschera”, la band napoletana farà tappa con il loro tour “Sotto chi Tene Core” al Bufala Village venerdì alle ore 22:00.

Sabato, alle 19:00, appuntamento con la tradizione e l’innovazione: arriva all'1 Expo Errico Porzio, tra i principali interpreti della pizza napoletana.

Alle 20:30 lo show cooking di altri personaggi noti del mondo del food: Eddy Fragliasso, alias Elbarbafood, insieme a Enzo Esposito di PasteNaCucina & Pasta Fresca.

Il sabato sera del Bufala Village, spazio alla musica popolare a ritmo di tammorra, sapori, costumi, balli e tradizioni. In scaletta ci saranno Germogli Folk Band, Falciano Folk, Votavò ed il graditissimo ritorno di Vincenzo Romano.

La domenica di Bufala Village inizia alle 10:00. A mezzogiorno appuntamento con lo Show Cooking della Food Blogger Ornella Buzzone e Antonio Silvestri - La Pizza del Supereroe.

Alle 19:00, un altro volto noto dei social, Alfredo Condursi “Faccia di Cacio” che vedremo all’opera ai fornelli insieme a Sabatino Cillo della omonima macelleria.

“L’ingrediente principale in cucina è l’amore, senza esso sarebbe solo cibo” dice Massimiliano Costa, più conosciuto come “I Fornelli di Max”. Sarà lui a concludere il programma degli show cooking alle 20:30.

Alle 21.30 il live dei “Suoni Antichi - I Bottari di Macerata Campania” concluderanno la V edizione di Bufala Village.

Le giornate del Bufala Village saranno caratterizzate da tanti altri eventi come il teatro dei burattini di Giorgio Ferraiolo, la dimostrazione di mozzatura, lo show equestre di Fontanella Magic Arabians con i suoi purosangue.

“Abbiamo un programma di straordinario interesse culinario, artistico, didattico e ludico-ricreativo – afferma il Presidente dell’A1Expò, Dott. Antimo Caturano – e quest’anno abbiamo ampliato ancora di più l’offerta per i nostri visitatori. Un grande sforzo di energia è stato impiegato per l’allestimento della fattoria didattica. Un percorso formativo per i bambini che avranno modo di vedere come avviene la trasformazione del latte a prodotto finito. Un percorso condito anche da giochi e selfie set per allietare la presenza dei nostri piccoli ospiti. Bufala Village – prosegue il Presidente - è anche un omaggio alla nostra Terra di Lavoro e alle eccellenze nostrane che ogni giorno compiono grandi sacrifici con risultati straordinari che sono sotto gli occhi ed in questo caso sotto il palato di tutti. Ringrazio – conclude Caturano - tutti gli operatori che hanno aderito alla V edizione di Bufala Village ed invito tutti a venire con i propri figli e nipoti per assistere ad un evento dai sani principi morali e culturali in sintonia con ciò che di più bello ci offre la nostra amata Terra Felix”

Per il programma completo, potete consultare il sito www.bufalavillage.it.

I Santi Osteria a Mercogliano

𝐍𝐄𝐋 𝐂𝐔𝐎𝐑𝐄 𝐃𝐄𝐋 𝐂𝐄𝐍𝐓𝐑𝐎 𝐒𝐓𝐎𝐑𝐈𝐂𝐎 𝐃𝐈 𝐌𝐄𝐑𝐂𝐎𝐆𝐋𝐈𝐀𝐍𝐎

Marigliano, valorizzazione del territorio. Nel Palazzo ducale “La merenda raccontata”
Venerdì dalle 18,30 l’evento promosso dall’associazione “ProssimaMente” - ProssimaMente
É in programma dalle 18,30 alle 22 di venerdì 8 settembre e si terrà nello storico  Castello Ducale di Marigliano, a piazza Castello.
La riscoperta dei sapori di una volta e la valorizzazione dei prodotti genuini del territorio rappresentano gli obiettivi della prima edizione dell’evento dal titolo “La merenda raccontata” promosso dall’associazione ProssimaMente, patrocinato dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Peppe Jossa ed in partnership con le seguenti aziende: Il Nolano,  Le Prelibatezze Di Nonno Luigi
 Caputo - Il Mulino di Napoli - Mulino Caputo, Nardonee Panificio urbano Santa Lucia. Santa Lucia - L'AgriPanificio
Alimentazione sana, stili di vita sostenibili e prodotti a chilometro zero saranno il filo conduttore dell’iniziativa alla quale prenderanno parte anche Roberto Mazzei, capo area economica di Coldiretti Campania  e la nutrizionista Simona Caprio.
Innovativo il format scelto che consisterà in tour guidato nelle realtà di eccellenza espresse dal territorio e che promette un’esperienza multisensoriale.
Ad ottobre, in un’atmosfera di raffinatezza e gusto, andrà in scena il “POSITANO WINE FEST”.
Questo ambizioso progetto rappresenta un vero e proprio inno all’arte enologica, un’iniziativa che promette di catturare i cuori degli amanti del vino e delle esperienze sensoriali indimenticabili.
L’evento si prefigge di mettere in primo piano le Cantine DOC della suggestiva Costiera Amalfitana, luoghi dove il terroir e il sapiente lavoro dell’uomo si uniscono per dare vita a nettari dionisiaci. Ma non solo: il “POSITANO WINE FEST” è stato concepito con l’ardente desiderio di coinvolgere anche le Cantine élite, vere e proprie eccellenze vinicole, che apriranno le porte dei loro tesori enologici.
Un coinvolgimento a 360 gradi che coinvolgerà ogni angolo del paese, includendo alberghi e ristoranti, che si faranno portavoce di questa straordinaria avventura enogastronomica.
Anche quest’anno torna a Schiazzano, caratteristico borgo di Massa Lubrense, la Sagra del Fior di Latte, evento nato per valorizzare i sapori della tradizione, l’arte e l’artigianato locale.

Lungo le stradine del paese sarà possibile assaggiare diverse pietanze, con protagonista il fior di latte; si affiancano poi al percorso gastronomico cultura, musica ed arte: sono infatti previsti diversi spettacoli di musica dal vivo, oltre all’esposizione di alcuni artigiani locali e la mostra d’arte, intitolata “La mia Terra”, della pittrice Carla de Gregorio.

La Sagra avrà luogo il 10-11-12 agosto, nella frazione di Schiazzano, a partire dalle ore 20.30.

Dà il via all’evento il 10 agosto il Cabaret Show di Alfonso D’Antuono, con musiche della tradizione, momenti di comicità e goliardia;
la seconda serata, 11 agosto, vedrà, invece, protagonisti Peppe Merolla & Busanca’s in “Made in Italy”, con ospiti i Magic Brothers.
Chiude, infine, la Sagra sabato 12 agosto lo spettacolo “Napoli ieri ed oggi”, con Maria Teresa Sorrentino, ospite il cabarettista e cantante Raffaele De Rosa e presentatore della serata Peppe Merolla.

Fervono i preparativi per la seconda edizione dell’immersione dell’Elixir Falernum, promossa dalla storica azienda casertana “Antica Distilleria Petrone”, che sarà effettuata venerdì 7 luglio 2023 a Mondragone (ore 11,30) sui fondali al largo dell’antica città romana sommersa (Sinuessa). La cassa di Falernum resterà in mare per 12 mesi per testarne, come avvenuto in precedenza, l’invecchiamento in ambiente marino e per assaggiarne l’esclusivo gusto, riservato anche ai palati più esigenti e raffinati.
LE DICHIARAZIONI
“Sarà ancora una volta un suggestivo tuffo nel passato, per rivivere il presente – commenta Andrea Petrone (nella foto di copertina), il giovane e talentuoso manager della prestigiosa azienda casertana, fondata circa 165 anni fa – l’immersione della cassa è stata programmata per venerdì 7 luglio. Certamente ci aspetta un altro grande avvenimento nel campo dei liquori e distillati, che abbiamo voluto rinnovare dopo la prima edizione del 2021”.

Da annotare che, dopo il cerimoniale dell’immersione del Falernum, al quale i partecipanti assisteranno a bordo dell’apposita navetta, ci sarà (ore 12,15), un brunch celebrativo, in Piazza Liberato Conte, realizzato con prodotti dei liquori Petrone e preparati da maestri del gusto. Seguirà, alle ore 13, la conclusione dei lavori. FONTE: ...seconda edizione dell’immersione dell’Elixir Falernum sui fondali della Sinuessa
Sono oltre 50 le aziende e i professionisti che si incontreranno a Pimonte, presso il Resort Sant'Angelo, il 7 giugno alle ore 16,30, per discutere delle azioni comuni da intraprendere per il rilancio dell'economia locale e per lo sviluppo del territorio. Al centro degli interventi l'analisi dei nuovi strumenti di finanza agevolata e ordinaria a disposizione del tessuto imprenditoriale e professionale campano. Tutte le novità in questo campo verranno illustrate con l'obiettivo di diffondere le conoscenze e, grazie anche all'affiancamento dei relatori presenti, consentire l'accesso a queste risorse a quante più realtà possibili, così da dare nuove linfa all'economia del territorio. Un focus importante è dedicato anche alle politiche del lavoro, grazie agli interventi di illustri esperti del settore.
"L'obiettivo di questo incontro - spiega il promotore Antonio Palummo - è quello di fornire alle aziende e ai professionisti gli strumenti necessari per affrontare al meglio questo nuovo ciclo economico post pandemia, che anche con il Pnrr vedrà un fortissimo impulso agli investimenti da qui ai prossimi mesi. Crediamo fermamente che la Campania possa svolgere un ruolo centrale nel rilancio dell'economia nazionale e le Pmi e i professionisti dovranno saper cogliere tutte le opportunità a disposizione, ma potranno farlo solo se avranno conoscenza delle norme e dei processi, se saranno strutturati, insomma solo se saranno pronti ad affrontare queste nuove sfide. Momenti come quello organizzati sono assolutamente necessari se vogliamo raggiungere questi obiettivi".  
Al tavolo dei relatori interverranno: 
  • Antonio Oliviero, presidente Odcec Torre Annunziata, 
  • Antonio Picone, consulente finanza agevolata, 
  • Christian Amodio, consulente finanziario, 
  • Luigi Santarpia, rating advisor, 
  • Alberto Bagnaro, direttore centro studi Gesfor Job, 
  • Giuseppe Crescitelli, presidente consiglio dei revisori Odcec Torre Annunziata, 
  • Antonio Palummo, dottore commercialista.
  

Cantine Aperte alla Tenuta Cavalier Pepe è l’occasione per far incontrare gli ospiti con i tecnici e gli specialisti della Tenuta, in modo da poter approfondire, con visite dettagliate e domande mirate, tutte le fasi della produzione dei vini e dell’olio d’oliva. In un’atmosfera gioiosa si svolgeranno tutte le attività previste. Dalle 10.00 alle 18.00, ogni ora, sono in programma la visita in cantina, il giro tra i vigneti e la degustazione guidata dei Cru della Tenuta. Ognuno potrà scegliere le attività che più lo appassionano.
Partendo dalla cantina, un tecnico agrario guiderà gli ospiti tra i vigneti, gli oliveti e le Vigne Menzioni della Tenuta, nei comuni di Sant’Angelo All’Esca, Luogosano e Taurasi. Si avrà la possibilità di scoprire come ci si prende cura dei vigneti durante tutto l’anno, in modo da arrivare alla selezione delle uve da cui hanno origine i prestigiosi vini della Tenuta. Una navetta permetterà gli spostamenti. In cantina, sarà direttamente il cantiniere a guidare gli ospiti alla scoperta di tutto il processo di lavorazione e di vinificazione. Alla fine del percorso, una sosta al Banco dei Vini per una degustazione. Un’esclusiva degustazione dei “Cru della Tenuta” è prevista nell’ampia sala degustazioni della cantina. Con la guida del personale specializzato, e i Cru in degustazione: “Oro” Spumante bianco di qualità, “Vigna Santa Vara” Irpinia Falanghina DOC 2020, “Grancare” Greco di Tufo RISERVADOCG 2021, “Opera Mia” Taurasi DOCG 2015, “La Loggia del Cavaliere” Taurasi Riserva DOCG 2015 e “Cerri Merry” vino aromatizzato alle amarene. In abbinamento una selezione di pane con farina di Grani Antichi e Olio i Tre Colli, con tagliere di prodotti tipici irpini tra rustici, formaggi e salumi.
I visitatori che vorranno godere del clima di festa e degustare un tagliere di prodotti tipici irpini e una bruschetta di caciocavallo impiccato, accompagnati da un calice di vino o dall’ Aperitivo del Cavaliere, potranno rilassarsi accomodandosi nell’area attrezzata antistante la Cantina.
Ai bambini, come sempre è dedicata una particolare cura. Infatti, durante tutta la giornata, potranno partecipare ad un laboratorio educativo e ad una degustazione alla cieca di marmellate.
Per vivere appieno la giornata, è consigliabile un abbigliamento sportivo. È possibile portare anche i propri cani di piccola taglia. Coloro che lo vorranno potranno ordinare i vini in cantina ritirandoli o scegliendo la consegna a domicilio. L’itinerario consigliato per raggiungere la tenuta è percorrere l’autostrada A16 Napoli-Bari, uscire al casello autostradale Benevento-Castel del Lago, proseguire in direzione Taurasi (13 km) e poi per Luogosano (3 km), in Via Santa Vara, Sant’Angelo All’Esca, Avellino.
Per Info e Prenotazioni:
Tel: 082773766;
Cell. WhatsApp: 3493172480;
e-mail: ufficio@tenutacavalierpepe.it
Albergo dipinto Baccofurore
via G. B. Lama, 9
84010 Furore SA
info@baccofurore.it

L'arte dei murales, i rassicuranti paesaggi dai colori pastello e le inebrianti melodie della canzone napoletana, si fondono all'Hostaria di Bacco, primo albergo dipinto della Costiera Amalfitana. Lo storico indirizzo furorese, fondato nel 1930, ormai quasi un secolo fa, e gestito dalla famiglia Ferraioli, è da sempre un punto di riferimento dell'ospitalità e dell'enogastronomia nella Divina.

Rinnovato profondamente negli interni, l'albergo che fu di Raffaele Ferraioli, padre del turismo esperienziale nella Divina, prova a esprimere, nei suoi ambienti, la tradizione di Furore "paese dipinto".

Il concept che ha reso nota la città del fiordo nel mondo, con il suo magico combinarsi di colori in racconti visivi sospesi tra storia, fantasia e leggenda, approda, dunque, anche nelle camere dello storico albergo, rendendole ancor più solari nel loro protendersi verso la distesa infinita del "mare nostrum" che si staglia all'orizzonte.

L'Hostaria, dopo la scomparsa, avvenuta poco più di un anno fa, del suo storico patron, Raffaele Ferraioli, che diede vita alla tradizione dei murales a Furore durante la sua esperienza da sindaco, torna, dunque, sotto la guida del figlio Domenico, a interpretare al meglio una ricchezza divenuta parte integrante dell'identità territoriale e culturale cittadina.

E a dipingere le camere dell'albergo con meravigliosi murales sono stati alcuni degli artisti che, nel corso degli ultimi quarant'anni, hanno realizzato i murales che ornano le strade del paese dipinto.

Insieme agli amici di Slow Food Massico e Roccamonfina e di ASD Team Passione Outdoor, vi attende un'escursione piacevolissima dedicata anche ai più piccoli.
Una passeggiata per evidenziare la #biodiversità locale; Un incontro per esaltare ulteriormente la ricchezza storica del sito.
Al termine dell'escursione vi attende un menù dedicato presso VILLA PETRINUM
Via Appia Antica, 8 - Mondragone (CE)
Info e Prenotazioni: +39 351 155 7609

  • L’azienda Monserrato nasce nel 1973 da un’intuizione del Cavalier Francesco Zecchina, costruttore edile napoletano, appassionato di vini, che alcuni anni prima decise di seguire la propria passione sulle colline intorno Benevento, a piedi del Monte Serrato, sistemando un rudere risalente al terremoto dell’Irpinia del 1962. Con l’aiuto di un giovane amico e fattore cominciò col piantare tabacco e olivi, a mezza collina, su una superficie di circa 60 ettari alimentati da acqua sorgiva. A fine anni ‘80 la produzione era fondamentalmente tabacco, olive e uva. L’olio e il vino venivano prodotti soprattutto per uso familiare e donati ad amici e parenti, regali tanto apprezzati che venivano poi richiesti con grata sollecitudine.  Dopo un periodo di transizione, la conduzione dell’azienda è oggi affidata a Paola, figlia di Francesco, e a suo figlio Lucio.

Negli ultimi anni è stato avviato un processo di ristrutturazione aziendale finalizzato all’introduzione di nuovi vitigni autoctoni, all’ampliamento della superficie olivicola e alla sostituzione della produzione del tabacco con seminativi vari da coltivazione biologica, sincera espressione del territorio. Attualmente, dagli oliveti e dai vigneti aziendali vengono prodotte tre etichette di olio e una linea di sei vini.

Sempre con l’intento di valorizzare con pratiche biologiche i prodotti autoctoni del territorio, si è data vita alla coltivazione di una antica varietà di grano duro, il grano saragolla. Questo famoso grano dal chicco giallo, introdotto nell’Italia centrale nel 400 d.C, si diffuse molto in Italia durante il Regno delle Due Sicilie tant’è che con il termine Saragolla veniva identificato il grano duro in generale. Monserrato 1973 Contrada La Francesca 82100 Benevento «continua»  Monserrato 1973

Commenti